Cittadinanza

cittadinanza e legalità
cittadinanza e legalità

Il termine cittadinanza esprime un vincolo, che è anche un diritto, di appartenenza a una città o a uno stato da parte di un individuo, nativo o naturalizzato, detto cittadino. In ambi- to giuridico, il termine indica l’insieme dei diritti e dei doveri di chi appartiene a un deter- minato stato o a una determinata comunità.

La cittadinanza può essere vista come uno status del cittadino, ma anche come un rap- porto giuridico tra cittadino e stato. Il concetto di cittadinanza si ricollega alla titolarità di determinati diritti, detti appunto diritti di cittadinanza, enunciati nelle costituzioni e nelle dichiarazioni dei diritti e che si distinguono in diritti civili, diritti politici e diritti sociali.

Ai cittadini in quanto membri della comunità politica spettano in genere alcuni diritti che prendono il nome di diritti politici: ad esempio il diritto di voto, di essere eletti alle cariche pubbliche, di associarsi in un partito politico, di accedere ai pubblici uffici. In Italia questi diritti sono solennemente enunciati dalla Costituzione, che riconosce fra l’altro al cittadino italiano il diritto al lavoro, alla libera circolazione, alla riunione e all’associazione. A tutte le persone in quanto esseri umani e indipendentemente dal possesso della cittadinanza spettano invece alcuni diritti che prendono tradizionalmente il nome di diritti della perso- na: ad esempio il diritto alla manifestazione del pensiero e il diritto alla libertà religiosa.

FORUM DI DISCUSSIONE SUL TEMA CITTADINANZA

Home Forum Cittadinanza

Questo forum è vuoto.

Non è stata trovata nessuna discussione!

Devi essere loggato per creare nuove discussioni.

ELENCO DEGLI ALTRI FORUM DI DISCUSSIONE