Laboratorio Cohousing a Torino

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo la presentazione del progetto CO ABITARE, nato nel 2007 con un percorso di formazione sulla comunicazione interpersonale, la creazione ed il mantenimento dei gruppi e supporto nella ricerca di spazi per COHOUSING.

Dopo aver identificato il gruppo, hanno studiato quali sforzi comuni potevano essere fatti e fatto progetto per ristrutturare da zero il palazzo di Via Cottolengo 4. Hanno promosso con cartoline la loro idea di co abitazione nel quartiere e una volta definito il gruppo si è deciso come ristrutturarla (seguendo il principio del risparmio energetico), quali lavori sarebbero fatti in condivisione e quali decisi dal singolo nucleo.

Hanno creato una cooperativa edilizia che ha acquistato tutte la palazzina, fatto fare tutti i lavori e poi hanno dovuto chiudere la cooperativa per non dover reinvestire il capitale.

Tutti  gli abitanti hanno quindi participato al proceso decisionale e hanno chiesto il mutuo a Banca Etica.

 

Convenzione fatta con il Comune perchè anche se privata è una iniziativa che permette di non richiedere servizi pubblici come la domiciliazione dei medicinali e l’assistenza domiciliare.

“UN NUOVO MODO DI VIVERE VECCHIO COME IL MONDO”- Slogan di Coabitare

Dai vari partecipanti sono emerse proposte come quelle ad esempio di creare un centro in cui raccogliere esigenze dei giovani su aspetti abitativi, che offra consulenze su più livelli (ricerca appartamenti e spazi, consulenza legale e fiscale, accompagnamento al gruppo, progettazione, consumi energetici..).

Obiettivo: favorire l’autonomia abitativa dei giovani sotto forme condivise di co-housing che permettono di ottimizzare le risorse, ridurre i costi e gli sprechi e creare comunità, offrendo anche servizi utili alla comunità o sostituendone alcuni pubblici (come l’assistenza domiciliare, cura dei minorenni e degli anziani, ecc.), e che siano anche uno spazio dove costruire e diffondere la rete dei giovani (e non solo) che abitano il territorio.

Sviluppare le nascenti imprese collettive che coinvolgono i cittadini nel riprogettare la ristrutturazione e la riqualifica di edifici urbani abbandonati o aree rurali inutilizzate.

Etichettato , ,